Uova fresche tutti i giorni da due galline

10 Gennaio 2020 | Allevamenti

Alzi la mano chi non ha mai accarezzato l’idea di allevare un paio di galline per ottenere tutti i giorni uova fresche per la mensa domestica. Sono uova che, oltre a essere mangiate sode, strapazzate o sotto forma di frittata, possono entrare a far parte degli ingredienti di molti altri alimenti, come dolci, biscotti e pasta fresca. Uova di qualità autoprodotte, dunque, e subito destinate all’autoconsumo!

Un piccolo allevamento di questo tipo può essere attuato anche in ambienti non propriamente di campagna, avendo a disposizione un locale di servizio o un piccolo pollaio – naturalmente attrezzati con mangiatoia, abbeveratoio, posatoi e nido – che abbiano accesso a un’area a prato. Se la soddisfazione di produrre uova freschissime viene al primo posto, non va sottovalutato un vantaggio indiretto: un paio di galline sono in grado di consumare circa 150 kg all’anno di verdure e scarti domestici, diminuendo così la quota da smaltire con la raccolta differenziata. Tali alimenti vegetali vanno poi integrati con un mangime per galline ovaiole. Quale razza scegliere? Tra le più famose ricordiamo le galline di razza Padovana, Livornese e Ancona: tutte possono arrivare a punte di almeno 200 uova all’anno.

L’allevamento di due galline ovaiole rappresenta anche un’attività gratificante, capace di regalare momenti di relax nell’osservare la vita quotidiana degli animali che entrano a far parte della famiglia come un qualsiasi animale domestico: le galline passano la notte a dormire sui posatoi e alle prime luci dell’alba escono al pascolo per razzolare alla ricerca di insetti ed erbe; in tarda mattinata rientrano brevemente nel ricovero per deporre nel nido ben imbottito di paglia, consentendo la raccolta di uova pulite… E alla sera? A nanna presto, per non smentire il famoso detto!

Share This