Cliente e venditore, una ricerca reciproca

Set 23, 2019 | Business

Il tema non è forse tra i più attuali per i marketer del digitale ma per chi ha attività di vendita diretta sul territorio o deve seguire una rete di rivenditori sul territorio nazionale, il local search è senza dubbio uno strumento potente anche se spesso poco conosciuto e, di conseguenza poco usato. Vediamo intanto di definire cosa intendiamo per local search.

Local search

Si tratta di un’insieme di tecniche e di interventi di web marketing che hanno come scopo quello di incrementare la visibilità e, di conseguenza, le opportunità di ingaggio del consumatore vicino alla propria attività commerciale. La significativa spinta di Google su mobile (con l’implicita geolocalizzazione) e local search è senza dubbio coerente con l’obiettivo di cogliere l’intenzione (intent) della persona che sta scrivendo qualcosa nel box di ricerca.

In una ricerca di Google di qualche tempo fa, ma ancora attualissima, si rileva che:

  • 4 consumatori su 5 usano il motore di ricerca per cercare informazioni legate al territorio;
  • le informazioni che cercano sono: indirizzo del negozio o punto vendita, orario di apertura, quali prodotti sono disponibili e indicazioni stradali (soprattutto da smartphone);
  • le valutazioni di altri consumatori;

Per essere chiari: se solo fino a qualche anno fa si digitava nel box di ricerca di Google  «garden center roma», nella pagina dei risultati (SERP) veniva proposta una lista in ordine di rilevanza di ristoranti. Facendo la stessa ricerca oggi il motore propone, interpretando l’intenzione di recarsi presso un punto vendita di prodotti per hobby farmer vicino alla posizione o alla zona dalla quale è stata effettuata la richiesta, una lista posizionata su mappa con i principali riferimenti di telefono, orari e (soprattutto) indicazioni stradali per raggiungere il negozio (vedi immagini in basso).

Share This