Fiera di Vita in Campagna: un’esperienza formativa da vivere

21 Gennaio 2020 | La campagna in testa

A Montichiari (Brescia), dal 27 a 29 marzo, festeggiamo il decennale della Fiera con un’edizione particolarmente ricca! La decima edizione della Fiera di Vita in Campagna si presenta con un format versatile e ricco di novità, anche per la presenza di relatori che vi faranno vivere una straordinaria esperienza formativa in un momento in cui l’attività di chi vive in campagna acquista sempre più valore.

Dalla passione alla consapevolezza

Nell’edizione del 2019 vi abbiamo accolto con un «Benvenuti tra le vostre passioni»: le emozioni rappresentavano il tema caratterizzante la Fiera e abbiamo lavorato affinché poteste vivere con pieno entusiasmo la fattoria, la natura e il mondo del biologico.

Con il 2020 festeggiamo i nostri primi dieci anni di Fiera di Vita in Campagna proponendovi un viaggio che andrà oltre le emozioni e verso una consapevolezza più evoluta della vita in campagna.

Chi ha la campagna in testa?

L’amore per la vita in campagna, inizia con un misto tra interesse e curiosità, ma acquista davvero senso quando si unisce al coinvolgimento. L’hobby farmer osserva, conosce e sa come usare le strategie nei vari contesti: la semplice curiosità diventa partecipazione e aumenta la voglia di dedicare del tempo ad un’attività. Passione, coinvolgimento e dedizione: ecco la formula perfetta di chi ha davvero la campagna in testa.

L’hobby farmer non è più solo un piccolo agricoltore ma una formamentis, è scelta etica e capacità di interpretare l’ambiente.

Un’esperienza da vivere

Festeggeremo la decima edizione con chi sente affinità con la vita in campagna non solo perché un hobby salutare, ma anche perché rispetta l’ambiente, presta attenzione ai cicli della natura, persegue il benessere degli animali, lavora per uno sviluppo sostenibile e supporta nel suo piccolo il mondo agricolo. Quest’anno vi aspettano 200 corsi pratici che prevedono lezioni per coltivare l’orto, il giardino, il frutteto e per la cura degli animali, insomma per «imparare a fare bene».

Zero rifiuti (Zero Waste)

Si può vivere senza rifiuti? Oggettivamente no, ma possiamo fare tutti del nostro meglio per diminuirne la quantità conducendo uno stile di vita che abbia un minimo impatto sull’ambiente. All’interno del padiglione dedicato alla casa, il filo conduttore sono le 4 R: Riduci, Recupera, Riusa e Risparmia e al suo interno sono previsti corsi e incontri su tematiche oggi molto sentite: la riduzione degli sprechi e le abitudini sostenibili.

Ognuno di noi vive realtà diverse, ma può iniziare a fare delle scelte che diventino parte integrante del proprio stile di vita e riducano i rifiuti. Nella giornata di sabato 28 è previsto un Convegno di Rete Zero Waste, un’organizzazione di volontarie con l’obiettivo di aiutare a capire quanto sprechiamo in casa, come questo incide sull’ambiente, sul nostro portafoglio e quali buone regole possiamo imparare per produrre meno scarti. Il percorso è fatto di piccoli passi: non per raggiungere la perfezione ma, semplicemente, una maggiore consapevolezza.

Autoproduzione, Autosufficienza e Autoconsumo: il bello del produrre da sé

L’edizione del 2020 si presenta come un crocevia di scambi tra saperi diversi e prove pratiche di sostenibilità ambientale. Tra gli obiettivi di quest’anno c’è la creazione di collegamenti tra hobby farmer che desiderino autoprodurre il cibo in sinergia con la natura e l’ambiente circostante attraverso tecniche e conoscenze che, peraltro, hanno da sempre accompagnato l’evoluzione dell’uomo. È un patrimonio ricco che va riscoperto e adattato alla nostra epoca perché coltivare, raccogliere e distribuire fino a conservare i propri prodotti, sono attività che creano grande soddisfazione. In Fiera sono presenti esperti in grado di offrire informazioni sui metodi di coltivazione e sugli effetti dell’autoproduzione sul paesaggio: dal recupero dei territori, all’impronta positiva che lascia nell’ambiente a fronte di un’agricoltura sostenibile.

Animali e piccoli allevamenti

Per il 2020 riconfermiamo la presenza in fiera dell’ALA – l’Associazione Lombarda Avicoltori aderente a FIAV, grazie alla quale, oltre alle principali razze di avicoli ornamentali, quest’anno ne potrete ammirare di nuovi e particolari. Troverete anche un intero padiglione dedicato al mondo della fattoria e degli animali da cortile con l’aggiunta di uno spazio per gli animali da compagnia e la pet therapy.

Vi aspettiamo.

Share This