L’Italia dei prodotti tipici

La «filosofia» che ha decretato il successo de La Fiera di Vita in Campagna è stata «sposata» in pieno da Il Salone di Origine, che della fiera rappresenta la parte dedicata specificatamente all’agroalimentare.

I visitatori della Fiera di Vita in Campagna sono i primi a saper riconoscere e a dare il giusto prezzo a prodotti che nascono da un legame particolare con territori vocati e con tradizioni che si tramandano, spesso a fatica, di generazione in generazione. Per questo il Salone di Origine è il punto di incontro e confronto sul made in Italy di qualità.

Una passerella disegnata ad hoc per produttori e piccole-medie imprese interessate non solo a esporre, ma anche a raccontare le peculiarità di prodotti provenienti da tutta Italia, da Nord a Sud, in un dialogo aperto con i visitatori. E, per questi ultimi, la possibilità non solo di scoprire prodotti magari meno noti, ma anche di assaggiarli e conoscerne la storia.

A tutto questo si aggiunge la possibilità di frequentare i corsi di assaggio e preparazione dei cibi, che si tengono nell’apposito spazio creato all’interno del Salone di Origine. Inoltre, in un’apposita area, gestita dal Crea (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’economia agraria), nei giorni di venerdì e sabato si svolgeranno dei corsi su come leggere l’etichetta dei prodotti alimentari.

Quest’anno il Salone di Origine si svilupperà su quattro temi principali: olio extravergine di oliva, carne, formaggi e prodotti di montagna. Quattro filiere che verranno valorizzate non solo con la semplice esposizione, ma anche attraverso un percorso di conoscenza degli aspetti produttivi, delle caratteristiche peculiari legate al territorio, delle modalità di lavorazione e degli utilizzi meno conosciuti. Il tutto attraverso incontri dedicati, a numero chiuso, per garantire il miglior livello di professionalità e di efficacia.

Un percorso che sarà reso possibile non solo dalla qualità dei produttori, ma anche dalla collaborazione con associazioni di categoria ed esperti del settore, che guideranno i visitatori e faranno da tramite per la crescita delle aziende partecipanti.

Da segnalare la «Piazza della carne di qualità», dove esperti macellai spiegheranno come valorizzare i tagli meno «nobili», o che in questo modo vengono generalmente considerati: lombatello, lombetto, spinacino, guancia, collo.

Il Salone di Origine è prima di tutto un’occasione di conoscenza.